APTRASP - COMUNE DI GOTTOLENGO

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 27-lug-2023 02:49



GESTORI DEL SERVIZIO

 

1 - Gestore delle attività di gestione delle Tariffe TARI e dei rapporti con gli utenti:

Comune di Gottolengo


Comune di Gottolengo 

C.F. 88001290175
P.IVA 00727220980

Sede generale: Piazza XX Settembre, 1 25023 
Gottolengo (BS)

Tel. 030 9518730
Fax. 030 9517109 

Ufficio Ambiente
Responsabile: Roberto Mazzoletti
Referente: Cristina Vignoni
E-mail: tecnico@gottolengo.com
Tel: 030 9518750

PEC: protocollo.gottolengo@cert.saga.it


Comune di Gottolengo - Ufficio Tributi

Responsabile: Rag. Daniela Semenzi
Referente: Rag. Maria Rolfi

Sede generale: Piazza XX Settembre, 1 25023 
Gottolengo (BS)

Tel. 030 9518740 - 030 9518725 
Fax. +39 030 9517109 

E-mail: daniela.semenzi@gottolengo.com 
maria.rolfi@gottolengo.com
tributi@gottolengo.com 

PEC: protocollo.gottolengo@cert.saga.it



2 - Gestore del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, spazzamento e lavaggio delle strade, gestione de centro comunale di raccolta:
 


 
Immagine che contiene testo

Descrizione generata automaticamente
 
 
Aprica S.p.A.
 
 

APRICA S.p.A. - Sede Legale

C.F. e P.IVA: 00802250175

Sede legale: Via Lamarmora n. 230, 25124 (BS)

Tel. 030 35531
 Fax. 030 3553015
 Numero Verde: 800 437678

E-mail: info.apricaspa@a2a.eu

PEC: aprica@pec.a2a.eu

 

APRICA S.p.A. - Sede Operativa

C.F. e P.IVA: 00802250175

Sede operativa: Via Codignole 31/g, 25124 (BS) 

Fax. 030 3553015
 Via Cavallera, 27, 25030 Lograto (Brescia)
 
 Numero Verde: 800 437678

E-mail: info.apricaspa@a2a.eu

PEC: aprica@pec.a2a.eu



ULTIMO AGGIORNAMENTO: 10-lug-2023 03:08



RECAPITI

1 - COMUNE DI GOTTOLENGO - Ufficio tributi
 


Responsabile Rag. Daniela Semenzi 

Referente Rag. Maria Rolfi 

Telefono 030 9518740 - 030 9518725 

E-mail tributi@gottolengo.com

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

E' preferibile prendere appuntamento

Lunedì: dalle ore 08:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00
Mercoledì e Venerdì: dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Sabato: dalle 08:30 alle ore 12:00


2 - APRICA S.p.A
  
  
Immagine che contiene testo

Descrizione generata automaticamente

 

Sede operativa di BRESCIA: Via Codignole 31/g (25124) 
Numero Verde 
800 437678
E
-mail info.apricaspa@a2a.eu

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 12-set-2023 11:10


ULTIMO AGGIORNAMENTO: 01-ago-2022 03:43



RACCOLTA RIFIUTI: INFORMAZIONI E CALENDARI 

Le informazioni relative ai calendari e orari di raccolta sono consultabili al seguente link: Gottolengo | Aprica (apricaspa.it) 

 

in particolare:

CENTRO RI RACCOLTA: Centro di raccolta | Aprica (apricaspa.it) 
RACCOLTA DIFFERENZIATA: Raccolta differenziata | Aprica (apricaspa.it) 
SERVIZI DI ZONA  E CALENDARIO: Servizi di Zona (a2aambiente.eu) 


ULTIMO AGGIORNAMENTO: 29-lug-2022 10:31



CAMPAGNE STRAORDINARIE

Non sono previste nell'anno in corso campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani e l'apertura/chiusura di nuovi centri di raccolta.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 29-lug-2022 10:31



GUIDA ALLA DIFFERENZIATA

Le informazioni per il corretto conferimento dei rifiuti urbani sono disponibili al seguente link: Dove lo butto? | Aprica (apricaspa.it)

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 01-ago-2022 03:46



CARTA DELLA QUALITA' DEL SERVIZIO INTEGRATO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 

 Il documento è liberamente consultabile e scaricabile. 

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:10



PERCENTUALE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 

Percentuale di raccolta differenziata raggiunta sul territorio comunale: ISPRA :: Catasto Nazionale Rifiuti (isprambiente.it) 


ULTIMO AGGIORNAMENTO: 01-ago-2022 03:33



CALENDARIO E ORARI PULIZIE DELLE STRADE

Informazioni relative al calendario e agli orari di pulizie delle strade sono consultabili dal seguente link: Pulizia strade | Aprica (apricaspa.it)
 

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 01-ago-2022 12:16



REGOLE DI CALCOLO DELLA TARIFFA TARI

Le tariffe della TARI sono commisurate sulla base dei criteri determinati dal “metodo normalizzato” di cui al D.P.R. n. 158 del 1999 (art. 1, comma 651, della legge n. 147 del 2013).

 

UTENZE DOMESTICHE

UTENZE NON DOMESTICHE

T = [( TF x sup + TV) – Rid ] / 365 
x G

T = [( TF + TV) x sup – Rid ] / 365 
x G

 

T = tributo liquidato

TF = tariffa fissa 

TV = tariffa variabile

Rid = eventuali riduzioni applicate

Sup = superficie locali (MQ)

G = periodo di occupazione dell’immobile


ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:19



RIDUZIONI APPLICATE ALLA TARIFFA TARI

Le eventuali riduzioni applicate alla tariffa sono disciplinate dal Regolamento Tari del Comune.







ULTIMO AGGIORNAMENTO: 10-lug-2023 03:07



ATTI APPROVAZIONE DELLE TARIFFE TARI 

Gli estremi degli atti di approvazione delle tariffe TARI applicabili sul territorio

Dipartimento Finanze - TARI - Ricerca - Comuni - Scelta anno - Risultato ricerca

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 10-lug-2023 03:08



REGOLAMENTO TARI

Qui si può accedere in tempo reale ai Regolamenti direttamente dal portale del MEF (Dipartimento delle Finanze): 

Dipartimento Finanze - TARI - Ricerca - Comuni - Scelta anno - Risultato ricerca 



ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:20



MODALITA' DI PAGAMENTO 

Il Pagamento della TARI è effettuato con il modello F24. Questa modalità di pagamento è gratuita e non comporta alcuna spesa aggiuntiva.




ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:21



SCADENZE PER IL PAGAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI

Le scadenze di pagamento sono disciplinate dal Regolamento TARI del Comune di competenza. 
Gli avvisi di pagamento in acconto sono calcolati sul 50% dell’importo dovuto per l’anno precedente, con riserva di conguaglio da effettuarsi nella seconda rata determinata in relazione al Piano finanziario ed alle tariffe TARI dell’anno in corso.

 

-          Acconto del 50% entro il 30 Aprile (Rata 01) e  entro il 31 Agosto (Rata 02);

-          Saldo entro il 10 dicembre





ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:12



INFORMAZIONI PER OMESSO PAGAMENTO 


Le informazioni in caso di ritardato/omesso versamento della TARI sono disciplinate dal Regolamento Comunale.

In caso di omesso/parziale versamento degli avvisi emessi si procederà con la notifica di avviso di accertamento per il recupero dell’importo non versato incrementato delle sanzioni e interessi previsti dal regolamento, a mezzo raccomandata, messo notificatore o PEC.

In caso di omesso/parziale versamento dell’avviso di accertamento si procederà con la riscossione coattiva.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:22



SEGNALAZIONI ERRORI IMPORTI


PROCEDURA PER LA SEGNALAZIONE DI ERRORI RELATIVI AGLI ADDEBITI TARI

La segnalazione per importi erroneamente addebitati e/o variazioni relative all’utenza deve avvenire con apposito modulo liberamente scaricabile dalla sezione modulistica del presente sito.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 02-dic-2022 03:24



DOCUMENTI DI RISCOSSIONE ONLINE 

Il cittadino può esprimere la volontà di ricevere le comunicazioni relative alla Tassa Rifiuti in formato elettronico compilando l’apposito modulo, 
scaricabile al punto 3.1.c della piattaforma, nella sezione "Modulistica".



ULTIMO AGGIORNAMENTO: 29-lug-2022 10:33



ARERA - RIFIUTI

Eventuali nuove disposizioni del quadro regolatorio e comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità sono liberamente consultabili e accessibili dal sito di ARERA.

ARERA - Elenchi

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 27-lug-2023 02:49



Il numero verde gratuito dedicato è raggiungibile 24 ore su 24 (sia da rete fissa che da mobile).

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 27-lug-2023 03:48



Il posizionamento della gestione nell’ambito della matrice degli schemi regolatori (di cui all’Articolo 3 del TQRIF): SCHEMA I “livello qualitativo minimo”.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 27-lug-2023 04:06



Standard generali di qualità e competenza dei gestori ai sensi del TQRIF_Deliberazione Arera n. 15/2022/R/Rif del 18/01/2022.
I primi dati relativi all’applicazione della Delibera 15/2022/R/Rif saranno pubblicati entro i 31/03/2024.
L’Ente Territorialmente Competente non ha approvato standard aggiuntivi o migliorativi rispetto allo schema regolatorio adottato.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 22-ago-2023 05:10



Anno 2023

  • TARIFFA MEDIA APPLICATA ALLE UTENZE DOMESTICHE
     - PARTE FISSA: 0,30719 €
     - PARTE VARIABILE: 170,0649 €
     
  • ARTICOLAZIONE DEI CORRISPETTIVI APPLICATI ALLE UTENZE DOMESTICHE E ALLE UTENZE NON DOMESTICHE: 
    Tariffe 2023 Allegato_C

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 22-ago-2023 04:21



Rateizzazione degli importi: ART. 35 del Regolamento Comunale: 

"1. La tassa sui rifiuti è versata direttamente al Comune secondo le modalità previste 

dall’art. 1, comma 688, della Legge 27/12/2013, n. 147 e dall’art. 2-bis del Decreto-legge 22/10/2016, n. 193, convertito dalla Legge 01/12/2016, n. 215. 

2. Il pagamento dell’importo dovuto è effettuato in n. 3 rate aventi scadenza, di norma, 

al: 

a) 30 Aprile; 

b) 31 Agosto; 

c) -10 Dicembre (nel rispetto di quanto disposto dall’art. 13, comma 15-ter del D.L. n. 

201/2011, come modificato dall’art. 15-bis del D.L. n. 34/2019). 

Il pagamento può essere eseguito in un’unica soluzione entro il 31 Agosto. 

3. Fino all’approvazione delle tariffe dell’anno di riferimento è facoltà 

dell’amministrazione provvedere alla liquidazione di acconti sulla base delle tariffe 

deliberate l’anno precedente, salvo conguaglio nella prima rata utile. 

4. Il Comune provvede all’invio ai contribuenti di appositi avvisi di pagamento, 

contenenti l’importo dovuto distintamente per la componente rifiuti, il tributo 

provinciale, l’ubicazione e la superficie dei locali ed aree su cui è applicata la tassa, la 

destinazione d’uso dichiarata o accertata, le tariffe applicate, l’importo di ogni singola 

rata e le relative scadenze, ovvero l’importo dovuto per il pagamento in un’unica 

soluzione. L’avviso di pagamento deve contenere altresì tutti gli elementi previsti 

dall’art. 7 della legge 27.07.2000, n. 212, nonché tutte le indicazioni contenute nella 

Delibera ARERA n. 444/2019, a partire dall’entrata in vigore delle disposizioni in essa 

contenute. In particolare, è previsto l’invio di un documento di riscossione in formato 

cartaceo, fatta salva la scelta dell’utente di ricevere il documento medesimo in 

formato elettronico. A tal fine, l’avviso di pagamento contiene specifiche indicazioni 

che consentano agli utenti di optare per la sua ricezione in formato elettronico, con la 

relativa procedura di attivazione. 

5. La tassa non è dovuta se di importo uguale o inferiore ad euro 12,00, tale importo si 

intende riferito alla tassa dovuta per l’anno e non alle singole rate di acconto. Qualora 

l’importo della rata a saldo risulti inferiore a € 5,00, a seguito di variazione intervenuta 

nell’anno, tale rata a saldo non è dovuta. 

6. La tassa giornaliera, da calcolarsi in caso di occupazione non continuativa facendo 

riferimento alla sommatoria dei giorni di occupazione nell’anno, non è dovuta se di 

importo uguale o inferiore ad euro 12,00. 

7. L’importo complessivo del tributo dovuto è arrotondato all’euro, ai sensi dell’art. 1, 

comma 66 della Legge n. 296/2006. 

8. Il contribuente in regola con i versamenti, a condizione che versi in una situazione di 

temporanea e obiettiva difficoltà, può richiedere, indicandone le ragioni ed entro la 

scadenza del versamento, la rateizzazione dell’importo indicato negli avvisi di 

pagamento. 

9. La rateizzazione viene concessa con atto del Funzionario Responsabile, secondo le 

disposizioni contenute nell’art. 1, comma 796 e seguenti, della Legge n. 160/2019,  

previa presentazione di istanza utilizzando l’apposita modulistica disponibile presso il 

servizio tributi del Comune o scaricabile dal sito istituzionale. 

10. E’ fatta salva l’applicazione del tributo provinciale (TEFA) per l’esercizio delle funzioni 

di tutela, protezione ed igiene ambientale di cui all’art. 19 del D.Lgs. 30/12/1992, n. 

504. 

11. Il tributo è commisurato alla superficie dei locali e delle aree assoggettabili al tributo 

ed è applicato nella misura percentuale deliberata dalla Provincia. 

12. Il versamento del tributo di cui al presente articolo è effettuato contestualmente al 

pagamento della TARI, secondo le modalità previste dal Decreto del Ministero 

dell’Economia e delle Finanze del 01/07/2020 e dal Decreto del Ministero 

dell’Economia e delle Finanze del 21/10/2020. Nel caso di riscossione del tributo 

mediante strumenti diversi da modello di pagamento unificato di cui all’art. 17 del 

D.Lgs. 09/07/1997, n. 241, ovvero dalla piattaforma di cui all’art. 5 del codice di cui al 

D.Lgs. 07/03/2005, n. 82, il riversamento del tributo provinciale per l’esercizio delle 

funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale alla competente Provincia è 

effettuato secondo quanto previsto dal Decreto del Ministero dell’Economia del 

01/07/2020."

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 22-ago-2023 04:36



1. Richiesta di attivazione: ART 37 del Regolamento Comunale

"1. Entro novanta giorni solari dalla data di inizio del possesso o della detenzione 

dell’immobile, l’utente deve presentare al Comune, in qualità di gestore dell’attività di 

gestione tariffe e rapporto con gli utenti, la richiesta di attivazione del servizio. 

2. La richiesta, redatta su apposito modulo scaricabile dalla home page del sito internet 

del Comune, in modalità anche stampabile ovvero compilabile online, deve essere 

presentata all’Ente medesimo entro il termine di cui al comma 1, a mezzo posta, via e-mail o consegna allo sportello fisico. 

3. Il modulo per la richiesta di attivazione del servizio deve contenere almeno i seguenti 

campi obbligatori: 

a) Il recapito postale, di posta elettronica o fax al quale inviare la richiesta; 

b) I dati identificativi dell’utente tra i quali: - Per le utenze domestiche: cognome, nome e codice fiscale; - Per le utenze non domestiche: denominazione societaria o dell’ente 

titolare dell’utenza, partita Iva o codice fiscale per i soggetti privi di partita Iva; 

c) Il recapito postale e l’indirizzo di posta elettronica dell’utente; 

d) I dati identificativi dell’utenza: indirizzo, superficie e dati catastali dell’immobile 

e, in aggiunta: - Per le utenze domestiche: numero degli occupanti residenti e/o 

domiciliati; - Per le utenze non domestiche: l’attività o le attività effettuate 

dall’utenza; 

e) La data in cui ha avuto inizio il possesso o la detenzione dell’immobile, 

adeguatamente documentata, anche mediante autocertificazione ai sensi del 

D.P.R. 445/2000."

2. Richiesta di variazione: ART 39 del Regolamento Comunale

"1. L’obbligazione tributaria decorre dal giorno in cui si sono realizzati i presupposti di cui 

all’articolo 5 e determina l’obbligo per il soggetto passivo di presentare apposita 

dichiarazione di inizio occupazione/detenzione o possesso di locali o aree. 

2. I soggetti individuati all’articolo 6 sono tenuti a presentare apposita dichiarazione al 

Comune, su specifico modello, la quale ha effetto anche per gli anni successivi qualora 

le condizioni di assoggettamento alla tassa siano rimaste invariate. La dichiarazione 

deve essere presentata entro 30 giorni da quando: 

a) ha inizio il possesso, l’occupazione o la detenzione di locali ed aree; 

b) si verifica la variazione di quanto precedentemente dichiarato; 

c) si verifica la cessazione del possesso, occupazione o detenzione dei locali ed aree 

precedentemente dichiarate. 

3. La dichiarazione, sottoscritta dal dichiarante, è presentata direttamente al Comune 

oppure può essere inoltrata allo stesso mediante: 

- Posta tramite raccomandata con avviso di ricevimento A.R.; 

- posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo istituzionale comune. 

Nei casi di trasmissione previsti dai precedenti punti, fa fede la data di invio. 

4. Le dichiarazioni o le comunicazioni con richieste di riduzioni della tassa o di esclusioni 

di superfici possono essere presentate in ogni tempo e gli effetti si producono a 

decorrere dall’anno successivo a condizione che il contribuente sia in regola con i 

pagamenti del tributo. La presentazione per richiedere agevolazioni deve essere 

presentata a pena di decadenza del beneficio del diritto all’agevolazione medesima. 

Ai fini dell’applicazione della tassa, la dichiarazione ha effetto anche per gli anni 

successivi, sempreché non si verifichino modificazioni dei dati precedentemente 

dichiarati. La dichiarazione presentata da uno dei coobbligati ha effetto anche per gli 

altri. 

5. Gli uffici comunali (in particolare dell’anagrafe, del commercio e dell’edilizia), in 

occasione di richiesta di residenza, rilascio di licenze, autorizzazioni o concessioni, 

devono invitare il contribuente a presentare la dichiarazione nel termine previsto, 

fermo restando l’obbligo del contribuente di presentare la dichiarazione anche in 

assenza di detto invito. 

6. In caso di mancata presentazione della dichiarazione nel corso dell’anno di cessazione, 

la tassa non è dovuta per le annualità successive se il contribuente dimostra di non 

aver continuato l’occupazione, la detenzione o il possesso dei locali ed aree, ovvero se 

la tassa è stata assolta dal soggetto subentrante a seguito di dichiarazione o in sede di 

recupero d’ufficio. 

7. Nel caso di decesso del contribuente, i familiari conviventi o gli eredi dello stesso 

dovranno provvedere alla presentazione della dichiarazione di subentro o di 

cessazione entro la fine dell’anno in cui si è verificato il decesso o entro il termine di 

cui al precedente comma 2, se più favorevole. 

8. La dichiarazione, originaria, di variazione o cessazione, relativa alle utenze domestiche 

deve contenere: 

a) per le utenze di soggetti residenti, i dati identificativi (dati anagrafici, residenza, 

codice fiscale) dell’intestatario della scheda famiglia; 

b) per le utenze di soggetti non residenti, i dati identificativi del dichiarante (dati 

anagrafici, residenza, codice fiscale) e il numero dei soggetti occupanti l’utenza; 

c) l’ubicazione, specificando anche il numero civico e se esistente il numero 

dell’interno, e i dati catastali dei locali e delle aree; 

d) la superficie e la destinazione d’uso dei locali e delle aree; 

e) la data in cui ha avuto inizio l’occupazione o la conduzione, o in cui è intervenuta la 

variazione o cessazione; 

f) la sussistenza dei presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni. 

9. La dichiarazione, originaria, di variazione o cessazione, relativa alle utenze non 

domestiche deve contenere: 

a) i dati identificativi del soggetto passivo (denominazione e scopo sociale o 

istituzionale dell’impresa, società, ente, istituto, associazione ecc., codice fiscale, 

partita I.V.A., codice ATECO dell’attività, sede legale); 

b)i dati identificativi del legale rappresentante o responsabile (dati anagrafici, 

residenza, codice fiscale); 

c) l’ubicazione, la superficie, la destinazione d’uso e dati catastali dei locali e delle 

aree; 

d) la data in cui ha avuto inizio l’occupazione o la conduzione, o in cui è intervenuta la 

variazione o cessazione; 

e) la sussistenza dei presupposti per la fruizione di riduzioni o agevolazioni."


3. Richiesta di cessazione: ART 39 del Regolamento Comunale


E’ possibile reperire i modelli per la compilazione delle richieste di attivazione, variazione e cessazione nella sezione 3.1C MODULISTICA.